jump to navigation

campo lungo 17 luglio 2017

Posted by cioppy in talvolta Gintonica, un favola di verità.
Tags: , , ,
add a comment

14 Verticale: Possono subirli i treni.

L’aspetto più assurdo di quando le cose vanno storte è che anche l’Universo ti prende per il culo. Ieri facevo le parole crociate e mi sono trovata di fronte questa definizione.
Detta così non c’è nulla di strano, ma allarghiamo un attimo l’inquadratura.

Stavo facendo la settimana enigmistica seduta su un muretto di fronte alla stazione di Cerveteri – Ladispoli alle 7 di domenica sera, 16 luglio. Che uno dice: Ma cosa cavolo ci fai a Cafonia la domenica sera di luglio, seduta in stazione come una clochard

(altro…)

Ne valeva la pena? 14 luglio 2017

Posted by cioppy in Patty d'Arbanville e colleghe, unzip my body take my heart out.
Tags: , ,
add a comment

L’Italo per Bologna lo annunciano sempre all’ultimo e regolarmente è dall’altro capo di Termini. Poco importa, perché poi comunque arriva con mezz’ora di ritardo.

Bologna Centrale è il solito aeroporto sotto e la solita piazza sopra.

Il regionale viaggia con un quarto d’ora di ritardo. Poco male, almeno io ho trovato posto a sedere, mica come quelli in piedi nel corridoio o, peggio, in piedi tra i due vagoni, senza aria condizionata.

(altro…)

Metti una indie di fronte a Tiziano Ferro 30 giugno 2017

Posted by cioppy in Patty d'Arbanville e colleghe.
Tags: , , , ,
add a comment

Sono andata al concerto di Tizianone nazionale.

Partiamo da un presupposto: non è il mio genere. Non dico i concerti, ma i concertoni negli stadi, le divinità nazional popolari, i palchi ipertrofici con i giochi di luce e la grafica che manco nella Terra di Mezzo. Io un mese fa stavo facendo la valigia per il Primavera Sound, il mio festival del cuore, quello a cui sono tornata dopo 4 anni di digiuno, facendo saltare il tappo a un numero indefinito di cose che languivano lì, sotto la crosta del Parlamento, di “Roma è troppo cara” e di “ormai ho un’età” e ora sono cazzi. Ma questa è un’altra storia.
Comunque per dire che il Primavera è uno di quei posti in cui ancora riesce a farla da padrona la musica. Ci sono palchi molto grandi ma per lo più spogli perché vi si susseguono sopra più band nel corso dei 3 giorni e per quanto la gente si sforzi di vestirsi figa e finire nei photo report del pubblico più cool, quel che conta davvero è come e cosa si sente. (altro…)

Non sei tu, sono io 22 giugno 2017

Posted by cioppy in esorcismi di stile, Patty d'Arbanville e colleghe.
add a comment

È capitato a tutte: conosci uno carino, uno a posto, di quelli goffi ma in modo carino, uno che ci prova sul serio, con garbo, che si sforza di ascoltarti anche se lo sai che vorrebbe solo baciarti.
Sì, a tutte.
E tutte ci siamo lasciate coinvolgere dal Chandler di turno, nonostante quelle camicie ridicole e quei modi da orsacchiotto, perché ci sentivamo bene, desiderate, al sicuro e ci faceva ridere. Per le migliori ragioni del mondo, in fondo.

(altro…)

Dignità 16 giugno 2017

Posted by cioppy in #roadtodreams, esorcismi di stile.
Tags: , , , , ,
add a comment


Venerdì
7:00
Parte la prima sveglia, una sorta di sirena di fabbrica lanciata a volumi stratosferici. Ci vogliono almeno 5 minuti perché venga fermata ed è comunque uno stop temporaneo.
7:15
Suona la mia, di sveglia. L’intro di “Foundation” di Kate Nash, un paio di note di piano tenute lunghe prima che arrivi la voce nasale dell’inglesina. La spengo in poco tempo, difficilmente arrivo a sentirne la voce. (altro…)

molleggiatissimo 7 giugno 2017

Posted by cioppy in #roadtodreams, un favola di verità.
Tags: , , , ,
add a comment

Sono arrivato un giorno di gennaio e le ho subito voluto bene. Non tanto per la grazia che ha messo nel liberarmi dalle cinghie con cui avevo viaggiato, né per l’attenzione con cui mi ha mostrato il mio posto. Le ho voluto bene per l’entusiasmo con cui mi si è buttata addosso: felice di avermi lì. Quanti elementi di arredo possono godere di un tale affetto? Credetemi, io ne so qualcosa: pochi possono vantare l’entusiasmo con cui sono stato accolto io. (altro…)

Girl power 21 aprile 2017

Posted by cioppy in #roadtodreams, Nillapizzica (pensieri impuri in vitro), Patty d'Arbanville e colleghe, un favola di verità.
Tags: , , ,
add a comment

Stamattina, all’ora in cui di solito mi faccio il bidè, salgo su questo Freccia diretto a Torino e scopro, appena seduta, che nel salottino affianco a me si piazza un’allegra famigliola composta di Mammina, Paparino, figlia grande al massimo 6enne con lo sguardo di quella che è già stanca della vita e numero due fratellini gnomi di 3/4 anni.

(altro…)

La Quinoa 10 aprile 2017

Posted by cioppy in #roadtodreams, esorcismi di stile, un favola di verità.
Tags: , , , ,
add a comment

Mi ha chiamato Stefania per sapere come cucino la quinoa. Lì per lì l’ho mandata al diavolo, poi abbiamo riso di gusto. Sono due anni che non cucino la quinoa e la verità è che alla fine mi sono dimenticata la ricetta.

Era aprile e negli uffici del Gruppo regnava il caos tipico delle campagne elettorali. Anche Elia era totalmente assorbito. Era mercoledì e non ci vedevamo da lunedì mattina, quando ci eravamo svegliati, avevamo bevuto il caffè ed eravamo andati insieme al lavoro. Un bacio nel vicolo e poi ognuno verso il suo ufficio. Tutti sospettavano ma non lo sapeva nessuno.

(altro…)

La metà al buio 3 aprile 2017

Posted by cioppy in esorcismi di stile, unzip my body take my heart out.
Tags: , , , ,
add a comment

igt

Il sistema nervoso altro non è che l’impianto elettrico del nostro corpo. Quando s’interrompe una parte del corpo rimane al buio, senza elettricità. E allora quella parte diviene un peso, un ostacolo, quasi un nemico da portarsi dietro. Alle volte, come per una strana magia, il sistema nervoso crea piccoli corti circuiti per cui illumina a caso anche ciò che è rimasto al buio. Succede spesso, si chiamano “cloni” e altro non sono che spasmi involontari. E il tuo stesso corpo si muove contro di te. (altro…)